[THE ORIGINALS] – RECAP 4X06, 4X07 E 4×08

the-originals-alaric-photoCarissimi!

Scusate la lontananza, mea culpa, purtroppo gli impegni lavorativi non mi hanno permesso di concentrarmi sugli episodi, alle volte la vita reale è più reale del solito. Ma iniziamo subito dalle notizie positive…The Originals rinnovato per una 5a stagione!!!

Sono davvero al settimo cielo…davvero, il mio Klaus, lo sapete che lo adoro, che gli perdonerei anche le peggio cose, e adesso che il suo percorso verso una sorta di redenzione si sta facendo concreto non vedo l’ora di scoprire dove ci porterà! Me felice, molto!

Ora, mio malgrado, ho accumulato ben tre episodi e sono sincera, sarà molto difficile parlare di tutto perché di fatto sono successe parecchie cose, PARECCHIE, e tutte e tre le puntate sono state davvero meravigliose. MERAVGLIOSE. Per questo ho pensato di fare in primis un recap della vicende, di quello che è successo e poi mi concentrerò sui singoli personaggi, così da analizzare il loro percorso (psicologico e non) nel corso degli eventi.

Inizio subito dalle cose importanti perché di fatto proprio nell’ultima puntata abbiamo scoperto non solo la storia del Vuoto ma anche dei Licantropi e sono rimasta tipo così:

Seriamente, ancora non avevano dipanato la mitologia alla base della nascita della maledizione che ha portato alla nascita della razza dei licantropi e devo dire che, nella sua semplicità, mi è piaciuta. Maledizione di cui il branco della Luna Crescente è discendenza diretta e di conseguenza Hayley e Hope sono le ultime esponenti. La storia del Vuoto di per sè non è che mi sia sembrata particolarmente brillante, in fondo si tratta di due tribù indiane che si sono unite con l’obiettivo di generare un unico branco in cui ci fosse un solo e grande potere, racchiuso all’interno di una bambina (cresciuta all’interno del ventre materno costantemente sotto il controllo della Magia). Peccato che, una volta nata, questa bambina si sia rivelata solo assetata di Potere e di conseguenza sia diventata una minaccia per tutti. Insomma, forse un po’ banale però nella sua semplicità la trovo azzeccata. Ovviamente le varie tribù si coalizzano per ucciderla, di fatto però, quando ci riescono, il Vuoto, Inadu il suo nome da essere umano, ormai è una giovane donna…in effetti mi sono chiesta come abbia passato i suoi anni, oppure se il suo crescere è stato indotto diciamo dal solo risucchiare il Potere. Onestamente ho delle perplessità su questo. Di fatto mi piace pensare a Hayley e Hope come vere protagoniste della storia visto che il loro sangue è l’unica ARMA IN GRADO DI UCCIDERE IL VUOTO.

Nel mentre abbiamo anche scoperto che il Vuoto sta cercando di ricongiungere le sue uniche quattro ossa sopravvissute alla distruzione per poter tornare in carne e ossa, e sono più che sicura che ce la farà (perché altrimenti dove sarebbe il bello?!?) e di fatto ha già nelle sue mani due pezzi, uno è in possesso di Hayley, mentre mi sono persa la fine che ha fatto quello che aveva Alaric…non mi sembrava l’avesse consegnato a Elijah, e di fatto poi Elijah e Marcel si sono concentrati sul recupero dell’osso della gamba…voi avete capito? Comunque credo che sarà proprio Hope a sconfiggere il Vuoto, in questa ultima puntata ha dato prova della grandezza dei suoi poteri, oltretutto solo alzando un pugno! Hope, we trust you!

Questo è l’epilogo a cui siamo giunti nell’ultima puntata e, per arrivarci, abbiamo assistito a diverse alleanze: Vincent ed Elijah, Vincent e Klaus, Elijah e Marcel, Marcel e Hope, Freya e Josh…ho amato ogni singola interazione tra i vari personaggi. In particolare per riuscire a sconfiggere il Vuoto Elijah costringe Vincent a ristabilire la connessione tra gli Antenati e il mondo dei vivi, il tutto sacrificando (per sua stessa mano) 4 giovani streghe (poi tornate in vita nella cerimonia del Raccolto – o sort of…). Antenati significa Davina e infatti lei è stata tra i protagonisti della scorsa puntata…protagonisti di cui avrei fatto anche a meno sinceramente. Onestamente e personalmente non ho mai apprezzato molto il suo personaggio…non che non mi piacesse perché comunque l’ho sempre ritenuta una giovane donna forte e coraggiosa, però di fatto per me era sacrificabile. Come è stato. Spero onestamente che non si mettano in testa di farla tornare (in qualsiasi modo) perché il suo percorso è stato ben definito nella scorsa stagione e di fatto non amo quando personaggi morti poi tornano in vita. TVD dovrebbe aver insegnato a Plec and co. il significato della parola morte.

Adesso vediamo un po’ i vari personaggi e le loro storie…

Freya

La maggiore dei Mikaelsons è sempre in prima linea per la difesa e la salvezza della sua Famiglia, non solo è riuscita a creare un’arma in gradi di uccidere Marcel, ma è sempre lei che riesce a rievocare nella mente di Hayley i ricordi della morte dei suoi genitori e ancora lei scende in campo per sconfiggere il messaggero e seguace del Vuoto, Dominik. Freya è davvero fortissima, come strega e come donna, e sono felice (davvero felice) che in questa stagione le stiano dando lo spazio che merita, e non intendo più spazio nelle scene ma più che altro come spazio nell’uso della magia, nel mostrare il suo reale Potere, spero che la vedremo all’opera sempre di più. E dietro a tanta forza, tanta risolutezza, si nasconde una giovane donna senza reali esperienze interpersonali, che non conta su nessuno se non se stessa e che, di fronte a qualcuno che tiene a lei, senza volere nulla in cambio, che tiene a lei semplicemente perché è LEI, si sente smarrita, spaesata. Ma anche in questa situazione nuova NON SI FA SCORAGGIARE E PRENDE IN MANO LE REDINI E SI BUTTA. Bellissimo il suo bacio a Keelin. La mia ship per loro era partita già dalle prime scene, adesso sono già in mezzo al mare. Spero che, vista la mia proverbiale sfiga con le ship, anche questa non faccia la fine del TITANIC. #maiunagioia unica costante di vita.

Marcel

Questo personaggio ha la capacità di piacermi in una puntata e in quella dopo di farsi odiare come il peggior nemico sul pianeta. Quando si tratta di Marcel il mio bipolarismo tocca livelli mai visti. Ora, partiamo dal presupposto che io sono team Marcel+Klaus, cioè Klaus adora Marcel, stravede per lui, non c’è cruccio più grande per Klaus che non il modo in cui ha sempre trattato Marcel, colui che considera davvero come un figlio. E Marcel, beh, è il classico figlio adolescenziale incaxxato con i genitori. Un giorno ti dice delle cose bellissime, quello dopo ti accoltella alle spalle. E in queste puntate Marcel l’ho adorato, non c’è niente da fare, io voglio che lui e Klaus siano una Famiglia, perché non sarà un Mikaelsons nel sangue, ma Marcel fa parte della loro Famiglia. E mi piace il rapporto che ha iniziato a costruire con Hope, un rapporto alla pari, di amicizia e, prima ancora un rapporto tra fratelli. Ed è verissimo quello che dice a Hope, ovvero che non potrai mai odiare davvero qualcuno per cui hai voluto troppo bene per tanto tempo. Perché questo è proprio quello che contraddistingue una Famiglia: si potrà litigare come cani ma alla fine della giornata ci guarderemo sempre le spalle e ci saremo l’uno per l’altro (giusto per citare Reb e la sua descrizione dei fratelli Salvatore, more or less). Marcel ha un grande cuore, questo è fuori discussione.

Spendo un’ultima parola per il discorso che ha fatto a Davina nel finale della scorsa puntata: Marcel ha scelto la strada meno semplice, lui non vuole fare del male a Klaus, nonostante quello che la sua Famiglia ha fatto a D. lui non può rinunciare a Klaus. Davina dovrebbe scendere un po’ dal suo piedistallo di onnjpotenza e ascoltare gli altri, soprattutto quelli che le vogliono bene.

Vincent

Anche per lui vivo questa situazione di “rispetto” e odio…lo trovo un personaggio molto forte che, spesso e volentieri, dice le cose più giuste, le più necessarie e, di conseguenza, le più scomode. Quando dice a Elijah “ricordi ancora cosa significa essere un umano?”, ecco, Vincent ha centrato il segno (e dopo, quando parlerò di Elijah) capirete perché.

L’unico difetto che ha Vincent è il suo disprezzo per Klaus. Male, molto male. Sono sicura che giocherà un ruolo cruciale nell’aiutare Hayley e Hope nello sconfiggere il Vuoto, e io faccio il tifo per lui.

Hayley

Ragazzi, io la adoro, è ufficiale. Sa sempre cosa fare e ha sempre le parole giuste al momento giusto. E poi ve lo dico: il suo rapporto con Klaus, come gli tiene testa…sono bellissimi! Sembrano davvero una coppia, di genitori separati rimasti legati. Ma la verità è che Hayley è in grado di leggere le emozioni di Klaus, quello che lui prova e non solo! Ha anche il coraggio di sbandierarglielo in faccia! Un esempio tra tutti quando capisce che la preoccupazione di Klaus, la sua inquietudine erano dovute al suo essere in pensiero per Marcel e il suo stato di prigioniero, lo stesso in cui lui è stato per 5 anni. Klaus non avrebbe voluto tenerlo così. Ma dinnanzi a tutti fa il sostenuto, il non curante, e Hayley nel suo rapporto con Klaus mi ricorda molto Cami, le uniche che abbiano mai avuto il coraggio di affrontare Klaus apertamente parlando DEI SUOI SENTIMENTI. Ma Hayley è davvero un “buono” in questa storia, un’anima (più o meno) pura perché per il lei il male, le azioni riprovevole sono davvero solo l’ultima spiaggia, prima valuta sempre altre opzioni.

In questo è molto simile a Marcel, anche lei è un leader nato. Hayley (come tutte le donne Mikaelsons)  è forte e coraggiosa e, al contempo, non ha alcuna paura di mostrare le sue debolezze, come quando dice a Elijah di aver bisogno di lui. Non è da tutti. Ho grandi aspettative su di lei, mi aspetto grandi cose. E poi il suo rapporto con Hope…è davvero una mamma premurosa e presente che ha colto la vera essenza della frase “sempre e per sempre“.

Elijah

Ebbene, Elijah è ufficialmente uscito di testa.

In pratica Elijah è diventato Klaus e Klaus è diventato Elijah. HOUSTON, ABBIAMO UN PROBLEMA. Cioè, da quando Elijah è diventato un pazzo sanguinario? Ce l’hanno sempre mostrato come il morigerato, il giusto, colui che usava la violenza solo quando (e se) necessaria e invece adesso…c’ha il grilletto facile. Mi ricordo ancora l’episodio Red Door nella seconda stagione, quando Ester riportò alla mente di Elijah vicende e azioni che lui stesso aveva rimosso, nascoste dietro, appunto, una porta rossa. Vicende che denotavano la sua innata rabbia e voglia di sangue, tenuta a bada da un’apparente calma e ricerca della giustizia. Mi chiedo: perché far riemergere ora tutto questo? Il senso di colpa di Elijah per le azioni commesse è fuori discussione, ne sono testimonianza le sue parole quando Marcel gli dice che non lo perdonerà mai per averlo ucciso, “Nessun dubbio che anche io non perdonerò mai me stesso“. Ma il punto Elijah, ed è quello che dovrà capire in questa stagione, è che non è questione di perdono, né di se stessi, né da parte degli altri, è semplicemente una questione di ANALIZZARE LE POSSIBILITA’, CONCEDERE E CONCEDERSI DELLE ALTERNATIVE, magari meno facili, magari più scomode ma pur sempre ALTERNATIVE che non macchiano la propria anima. Che poi è quello che gli sta chiedendo Hayley tipo dalla puntata 4×01. Elijah torna in te, please.

Klaus

E vabbeh, ve lo devo davvero dire? Eccolo qui il vero Klaus, quello che mette la sua Famiglia prima di tutto e tutti, quello che si tira indietro e si FIDA e AFFIDA alla sua Famiglia, ogni suo singolo membro. Colui che cerca di essere migliore per sua figlia, ma anche colui che poi si sente piccolo e inutile per non essere riuscito a proteggere coloro che ama (quando Hope dice a Hayley che “papà sembrava triste” e Hayley le risponde proprio che era perché lui voleva proteggere loro e invece lei ha protetto lui!…Hayley come al solito un passo avanti). Klaus smascherato. Sono sicura che, come al solito, sarà un passo avanti a tutti in questa storia…architetterà un piano con i contro cocones e il Vuoto se ne ritornerà nel nulla da cui è arrivato. E comunque, più Klaus e Hope per tutti!

Domani sera andrà in onda la nona puntata e di fatto ci hanno lasciati con Sofia (aka il Vuoto) che pugnalava Elijah con le spine imbevute del sangue di Marcel, ovvero un’arma in grado di uccidere un Originario…ce la faranno a salvarlo prima che sia troppo tardi?

QUESTO E QUELLO…

  1. vogliamo parlare dell’inutilità di Josh, il quale puntata dopo puntata, ha un’unica frase da dire ovvero “sei qui per uccidermi?”…ma ce la fate?!? Dategli una storia decente.
  2. Alaric in The Originals…decantato per mesi e poi si è visto sì e no in tre scene…eppure ha buttato i semini (non solo uno ma più di uno) per la prossima stagione…Klaus, i saluti a Mystic Falls portali tu, di persona. GRAZIE.

Alla prossima!

Articolo originale a cura di Gnappies

 

 

    Contrassegna il permalink.

    Lascia una risposta